La storia della dieta Mediterranea

Olive oil

La dieta mediterranea è gustosa, facile da preparare e salutare

Fin dai tempi degli antichi greci, la dieta dei paesi mediterranei si è sviluppata non soltanto per le sue virtù gastronomiche, ma anche perché ha sempre rappresentato un aspetto importante dello stile di vita. Un altro fattore rilevante è rappresentato dal clima. La lunga stagione calda che caratterizza i paesi mediterranei consente di avere a disposizione prodotti freschi per una buona parte dell’anno, il che permette di nutrirsi di cibi sicuramente più ricchi di nutrienti. Fondamentale è infine il fatto che i piatti della cucina mediterranea siano sempre preparati con l’olio di oliva, ricco di composti bioattivi e grassi insaturi.

 

Breve storia della dieta mediterranea

Le terre che circondano il mar Mediterraneo sono state teatro di molte culture e civiltà e la dieta mediterranea rappresenta una delle loro conquiste più rilevanti. L’agricoltura iniziò con la coltivazione dei cereali e dei legumi nel Levante, una regione che comprende i paesi del Mediterraneo orientale (Libano, Israele, Palestina, Siria, Giordania e Iraq). In seguito, i Fenici, i Greci e i Romani, iniziarono a coltivare i tre elementi basici della dieta mediterranea: l’olivo per la produzione delle olive e del loro olio, il frumento per la preparazione del pane e la vite, per la produzione dell’uva e del suo principale prodotto di fermentazione, il vino.

Una vasta gamma di prodotti vegetali era già consumata ai tempi dei romani, incluse cipolle, porri, cavoli, lattuga, carote, rape, asparagi, sedano e carciofi così come numerose varietà di frutta, tra le quali fichi, mele, pere, ciliegie, prugne, pesche, albicocche e agrumi. Castagne, noci e mandorle, rappresentano altri prodotti comunemente consumati a quei tempi.

Un importante sviluppo della dieta mediterranea si ebbe quando, nell’ottavo secolo dopo Cristo, i Mori occuparono la penisola iberica (chiamandola con il nome di Andalusia). Queste popolazioni introdussero il riso, i limoni, le melanzane, lo zafferano e altre spezie: tutti prodotti che si diffusero pian piano all’intero bacino del Mediterraneo. L’occupazione dei Mori finì nel 1492, lo stesso anno in cui Cristoforo Colombo arrivò nel Nuovo Mondo, tornando in Spagna con pomodori e peperoni, che sono oggi parte integrante della dieta mediterranea.

Vuoi saperne di più sulla dieta Mediterranea? Contattami usando il form su questo sito.

Gianluca Tognon

Gianluca Tognon

Gianluca Tognon è un biologo specializzato in scienza dell’alimentazione. Ha lavorato per diversi anni come ricercatore presso l’Università di Göteborg in Svezia ed è docente presso l'università di Skövde in Svezia. In Italia ha pubblicato cinque libri su diversi temi legati all’alimentazione e alla nutrizione ed è co-autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali.

Leave a Replay

About Me

I’m an Italian nutrition coach, speaker, entrepreneur and associate professor at the University of Gothenburg. I started MY career as a biologist and spent 15 years working both in Italy and then in Sweden.

Recent Posts

Sign up for our Newsletter

We never send Spam

TORNA SU
Shares

Privacy Preference Center

Necessario

Determina se il visitatore ha accettato la casella del consenso sui cookie. Ciò garantisce che la casella del consenso sui cookie non verrà più presentata al momento del rientro

_cmpQcif3pcsupported

Pubblicità

Si tratta di cookie utilizzati da Google AdWords per monitorare il rendimento della pubblicità e offrire pubblicità ai visitatori in base ai siti Web visitati in precedenza.

ANID

analitica

Questi cookie sono utilizzati per raccogliere informazioni su come i visitatori utilizzano il nostro sito. Utilizziamo le informazioni per compilare report e per aiutarci a migliorare il Sito. I cookie raccolgono informazioni in forma anonima, compreso il numero di visitatori del Sito, da dove i visitatori sono giunti al Sito e le pagine che hanno visitato. Se non autorizzi questi cookie, non saremo in grado di includere la tua visita nelle nostre statistiche.

_ga, _gat, _gid, UULE, fca_eoi_pagecount, 1P_JAR

Comportamentale

Google imposta un numero di cookie su qualsiasi pagina che include una mappa di Google. Sebbene non abbiamo alcun controllo sui cookie impostati da Google, sembrano includere una serie di informazioni per misurare il numero e il comportamento degli utenti di Google Maps.

SID, SAPISID, APISID, SSID, HSID, NID